HISTORY

 
 
 
 
Un progetto nato dal cuore per
migliorare la vita delle persone affette
da disturbi dello spettro autistico.
Autism Aid Onlus nasce il 4 ottobre del 2004 per iniziativa di un gruppo di genitori di bambini affetti da disturbi dello spettro autistico, reduci da lunghe, significative e formative esperienze vissute negli U.S.A. presso il Miami Children’s Hospital, Dan Marino CenterTali esperienze hanno fatto sì che i dubbi, le paure e le speranze di questi genitori si tramutassero nel punto di partenza di un percorso che si impegna nella creazione e nello sviluppo di progetti per l’ educazione ed il supporto ai ragazzi e alle famiglie che vivono con questa realtà.
Il simbolo dell’organizzazione nazionale statunitense per il supporto ai genitori dei bambini autistici è un puzzle con il volto di un bambino, a cui manca un pezzo.
Autism Aid onlus opera per comprendere come quel pezzo possa finalmente combaciare con gli altri.
Siamo certi che con la solidarietà e la concretezza il puzzle presto sarà risolto, e mostrerà, finalmente, il volto di un bambino che sorride.
L’ AUTISMO è un disturbo neurologico che impedisce il normale sviluppo del cervello. Colpisce 1 bambino ogni 150 nati. 
La RICERCA lega l’autismo a differenze biologiche e neurologiche del cervello su base genetica che determinano un fenotipo comportamentale. I bambini con autismo hanno difficoltà a relazionarsi con il mondo esterno, a comunicare,        a interagire con gli altri.

 

 
Non esiste una cura per le differenze cerebrali alla base dell’autismo. Nondimeno, un intervento precoce, intensivo e integrato è cruciale per la qualità di vita di un bambino con autismo: grazie a un intervento appropriato, alcuni sintomi possono ridursi, altri, addirittura, scomparire.
La PROGNOSI di un bambino con autismo dipende dalla capacità del “ sistema ” – sanitario, scolastico, sociale – di prenderlo in carico quanto più precocemente e intensivamente possibile.

 

L’ INTERVENTO POSSIBILE

Il piano di intervento “ ideale ” coordina terapie / interventi che riconoscano quali obiettivi prioritari i core symptoms dell’autismo:
• ridotta interazione sociale;
• carenti competenze di comunicazione: recettiva/espressiva – verbale/non verbale;
• interessi ripetitivi/ossessivi.
Augmentative Alternative Communication
Certamente, gli interventi basati su strategie cognitivo comportamentali e di Augmentative Alternative Communication (Comunicazione Aumentativa Alternativa) che prevedano un approccio di tipo evolutivo multiprofessionale e interdisciplinare, attraverso la collaborazione tra famiglia, scuola e servizi, si sono dimostrati efficaci nel conseguire il massimo potenziale comunicativo e sociale, di gioco e di autonomia di un bambino con autismo.
Gli attori del “sistema” autismo sono quindi:
• la famiglia • il servizio socio sanitario • la scuola • la ricerca

You are donating to : Autarci ad aiutarli

How much would you like to donate?
€10 €20 €30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...